Monte Alto d’Auta, via normale di salita

Di “Monte Alto” ce ne sono svariati in giro per Alpi e Appennini, e quindi – spesso – il nome di questo qui viene meglio caratterizzato con l’aggiunta di una specie di cognome, che si rifà alla famiglia ad esso più prossima, cioè quella delle Cime d’Auta, Est e Ovest. E’ un alto dosso erboso che rivolge pareti rocciose verso nord e che merita d’essere salito unicamente perché in cima non vi troverete nessuno. Gli altri saranno tutti in fila sulla Ferrata Paolin Piccolin e lungo il crinale che dalla Cima d’Auta Est cala verso Forcella dei Negher. Noi lungo il ritorno ci fermammo al Lago dei Negher e ci concedemmo una nuotata, mentre sull’altra riva sguazzava un cane. L’acqua gelida ha un incredibile potere rigenerante. Basta un torrente o un laghetto in quota per lasciarsi alle spalle le fatiche.

Zona: Dolomiti, Gruppo della Marmolada.
Dislivello in salita: 1100 m circa.
Difficoltà: EE
Tempi: ore 3-3.30 per la salita.
Cartina: Carta Topografica Tabacco 015 – MARMOLADA, PELMO, CIVETTA-MOIAZZA

// Relazione via normale di salita al Monte Alto d’Auta

Da Belluno si guida verso Agordo e Alleghe, quindi ci si porta presso la località di Malga Ciapela, pochi chilometri a sud del Passo Fedaia, parcheggiando poco prima del campeggio (1435 m). Si attraversa il Torrente Pettorina e si sale nel bosco, lungo il sentiero CAI 687 che seguiremo per quasi tutta la salita. Il segnavia prima conduce alla Casera la Busa (1911 m), quindi con minor pendenza alla Forcella Franzei (2009 m) e al Lago dei Négher. Ancora oltre si guadagna la panoramica Forcella dei Negher ove va abbandonato il segnavia sin qui facilmente seguito a favore del sentiero che parte a destra in direzione delle Cime d’Auta. Si oltrepassa un facile tratto roccioso attrezzato con cavi metallici (peraltro aggirabile) e poco dopo il cartello che indica la Cima d’Auta Est si lascia il sentiero proseguendo per una debole traccia a destra. Si risalgono pendii erbosi, un po’ seguendo la traccia e un po’ senza via obbligata, fino all’evidente panoramica cima.

Luca Bridda

Luca Bridda

Fondatore di www.abcDOLOMITI.com, laureato con master, lavora da oltre 10 anni nel settore Human Resources e nel settore marketing-vendite. Pubblica articoli per le più note riviste dedicate alla montagna e all’alpinismo, è appassionato da vent'anni di alpinismo e arrampicata sportiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *