Croda Bianca (2082 m) – Monti del Sole: via normale alla cima

La Croda Bianca (2082 m) è una delle cime più importanti dei Monti del Sole – Feruch e permette di godere di un panorama davvero istruttivo. Ottima escursione per i mesi di ottobre e novembre (senza neve ovviamente), in quanto il freddo limita gli attacchi delle pericolose zecche, in questa zona particolarmente “feroci”. Ascensione molto faticosa e su sentiero spesse volte piuttosto ripido, abbinabile alla salita alla Palazza e al Mont Alt.

Relazione

Da Candaten (418 m), di fronte alla casa forestale, una stradina conduce al greto del Cordevole. Guadato il torrente si va allo sbocco della Val Col dei Spin. Sulla sinistra idrografica della gola un ripido sentiero ben conservato risale il costone in direzione N-O fino al Col de la Cazeta 826 m (ruderi). Passando a sinistra di caratteristiche bancate rocciose ricurve con anfratti, si riprende a salire per una costola in bella vista del versante meridionale della Rocheta. Superato un corto salto roccioso gradinato, si raggiungono i pascoli del Col dei Porz (1113 m; ore 1:45). Per tracce sul crinale sopra il pascolo e poi nel bosco sul versante settentrionale del colle si va alla base dell’ultimo risalto 1402 m della poderosa dorsale rocciosa (Costa dei Pez) che discende dalla Palaza in sinistra idrografica della Val Col dei Spin. A quota 1180 m, sul versante che guarda la val Coraie, si prende una cengia rocciosa ben individuata, talvolta stretta ed esposta ma non difficile che conduce all’impluvio del vallone che discende dal Mont Alt. Si tratta ora di seguire le tracce non sempre sicure risalendo lungamente il vallone e poi volgendo a destra verso la Croda Bianca lasciando sulla sinistra la Palaza. Tra i fitti mughi si passa alla base del Mont Alt e infine si perviene alla nostra cima (ore 5:00 da Candaten; dislivello: 1650 m).

(Rielaborazione dal resoconto di Pietro Sommavilla in “Sentieri e viaz dei Monti del Sole”)


Visualizza mappa ingrandita

Luca Bridda

Luca Bridda

Fondatore di www.abcDOLOMITI.com, laureato con master, lavora da oltre 10 anni nel settore Human Resources e nel settore marketing-vendite. Pubblica articoli per le più note riviste dedicate alla montagna e all’alpinismo, è appassionato da vent'anni di alpinismo e arrampicata sportiva.

4 pensieri riguardo “Croda Bianca (2082 m) – Monti del Sole: via normale alla cima

  • 7 febbraio 2016 in 15:31
    Permalink

    Potrebbe essere utile specificare meglio la partenza del sentiero: si deve superare l’imbocco del sentiero Zanardo e proseguire ancora circa 200 metri sul sentiero “la via degli Ospizi”, per poi deviare a sinistra per buona traccia bollata in blu acceso (gennaio 2016), qualche segno rosso e segnali sugli alberi. Poi non si può più sbagliare, almeno fino al bivio con tabella Mont Alt.
    Prima del “Zanardo”, a sinistra parte un buon sentiero segnato in rosso che però va da tutt’altra parte…

    Risposta
    • Luca Bridda
      12 febbraio 2016 in 9:24
      Permalink

      Grazie mille Franz, per questa tua precisazione. Questo è il modo migliore per sfruttare la possibilità di inserire dei commenti nel sito.

      Risposta
  • 5 gennaio 2017 in 7:18
    Permalink

    All’imbocco non ci sono segni blu accesi, ma rossi. E’ il primo sentiero evidente dopo il fondovalle dove comincia il Zanardo.

    Risposta
    • Luca Bridda
      5 gennaio 2017 in 9:58
      Permalink

      Grazie mille per l’aggiornamento, Stefano, sarà utile a tutti. Buone salite.

      Risposta

Rispondi a Luca Bridda Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *